Parrocchia
San Francesco-Santa Cecilia

Unità Pastorale Centro Storico

Avvisi

Eventi Giugno 2024

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
Maggio 27, 2024(1 evento)
Maggio 28, 2024
Maggio 29, 2024
Maggio 30, 2024(1 evento)
Maggio 31, 2024(1 evento)

9:15 pm: PROCESSIONE MARIANA


Maggio 31, 2024

Giugno 1, 2024
Giugno 2, 2024(1 evento)
Giugno 3, 2024
Giugno 4, 2024
Giugno 5, 2024
Giugno 6, 2024(1 evento)
Giugno 7, 2024
Giugno 8, 2024
Giugno 9, 2024
Giugno 10, 2024(1 evento)
Giugno 11, 2024(1 evento)
Giugno 12, 2024(1 evento)
Giugno 13, 2024(1 evento)

FESTA DI SANT'ANTONIO

Giugno 13, 2024

Giugno 14, 2024
Giugno 15, 2024
Giugno 16, 2024
Giugno 17, 2024
Giugno 18, 2024
Giugno 19, 2024
Giugno 20, 2024
Giugno 21, 2024
Giugno 22, 2024
Giugno 23, 2024
Giugno 24, 2024
Giugno 25, 2024
Giugno 26, 2024
Giugno 27, 2024
Giugno 28, 2024
Giugno 29, 2024
Giugno 30, 2024

Eventi e Comunicazioni

800 Anni delle Stimmate di San Francesco

Pellegrinaggio a
La Verna

Orari messe

Le Messe e le Confessioni  si terranno nella Chiesa di Santa Cecilia.

Dal Lunedì al Sabato ore 18.00

Domenica ore 10.00 - 12.00 - 18.00

Video del nostro canale

La Chiesa di San Francesco

La chiesa è costruita dal 1233. Nel 1261 l’arcivescovo Federico Visconti, riconoscendo l’importanza acquisita dall’ordine francescano, ne decretò l’ampliamento; dal 1265-70 Giovanni di Simone diresse i lavori, cui risalgono l’impianto ad aula unica coperta a capanna e l’ardito e tipico campanile poggiante all’interno per due lati su mensole. Tuttavia il cantiere subì alcuni rallentamenti a causa delle difficoltà finanziarie legate alle vicende belliche; all’inizio del Trecento la chiesa era ancora incompleta della facciata, iniziata grazie ai marmi forniti dai Gualandi, che sarà ultimata solo nel 1603, in epoca medicea.

 

La Chiesa di Santa Cecilia

La chiesa di S. Cecilia fu fondata nel 1102 per iniziativa dei monaci camaldolesi.

Presenta una navata unica, con campanile affiancato e sostenuto da una colonna nell’angolo interno, che fu realizzato  negli anni Trenta del Duecento.

La facciata ha la parte inferiore costruita con pietre locali squadrate, mentre la parte superiore è in laterizi, che si conclude con un coronamento di archetti ciechi, dentro i quali sono inseriti colorati bacini ceramici, di produzione locale e di provenienza mediterranea.

L’edificio, colpito durante i bombardamenti dell’ultima guerra, è stato interamente restaurato.

 

Il Parroco

Padre Iulian Budau

Contatti